Il clavicembalo di Bach

17 Giugno 2019

Clavicembalo Bach

Che tipo di clavicembalo usava o possedeva Johann Sebastian Bach ?
Quale strumento è storicamente più adatto per eseguire la sua musica ?

Premetto che le musica di Bach è così eccelsa che eseguendola su qualsiasi strumento, armonica a bocca compresa, non perde la sua intrinseca bellezza.

Tuttavia volendo avvicinarsi il più possibile alla concezione sonora propria delle opere bachiane vale la pena effettuare una ricerca storica per verificare quale clavicembalo Bach avesse a disposizione.

Gustav LeonhardtAll’inizio della mia carriera ho posto questa domanda a Gustav Leonhardt, che mi aveva consigliato di costruire una copia di Michael Mietke, cembalaro attivo presso la corte di Berlino intorno ai primi decenni del XVIII secolo.

Seguendo questo illuminato consiglio nel 1998 ho realizzato una copia storica del clavicembalo a due tastiere di Mietke che ancor oggi si trova nel castello di Charlottenburg a Berlino.

Questo strumento è stato inaugurato nel 1998 da un concerto di Andrea Marcon. Successivamente è stato utilizzato per incisioni e concerti da Andrea Marcon, Gustav Leonhardt, Bob van Asperen, Kenneth Gilbert, Jean Rondeau.

Il musicologo Carlo Bianchi ha effettuato uno studio approfondito su questo cembalaro e sui rapporti fra Bach e Mietke.

L’articolo che potete scaricare QUI, raccoglie e sintetizza varie ricerche in merito che si sono susseguite nel corso di questi anni.

Consiglio una attenta lettura di questo paziente lavoro a tutti coloro, professionisti ed appassionati, che vogliono avvicinarsi alla musica del sommo Maestro.

Clavicembalo Bach

Personalmente mi ha affascinato leggere come Bach stesso effettuò il viaggio a Berlino per ritirare un clavicembalo Mietke da lui ordinato per la corte di Köthen.

Chissà se durante il viaggio ha avuto l’ispirazione per il quinto Brandenburghese…

SCARICA ARTICOLO “Bach al cembalo Mietke”

Clavicembalo Bach